Il bullismo, un bruttissimo fenomeno certamente molto sviluppato negli Stati Uniti, è di fatto sofferto anche da moltissimi studenti delle nostre scuole.

Alcuni rapporti della Asl di Frosinone raccontano che un ragazzino su tre ha subito episodi di bullismo e quasi la metà ha assistito a soprusi ed angherie nei confronti di propri coetanei.

La conferma arriva anche dallo studio “Abitudini e stili di vita degli adolescenti italiani”, a cura della Società Italiana di Pediatria.

Anche le scuole di Cassino, purtroppo, risentono di questo gravissimo fenomeno che può segnare negativamente la vita di tanti giovani.

Se qualcuno di noi ha avuto personalmente questo tipo di esperienza è certamente a conoscenza delle conseguenze, soprattutto psicologiche, che può provocare; in ogni caso facendo una breve ricerca sul youtube tutti si possono rendere conto del significato del termine bullismo.

Un bambino o un ragazzo che viene costantemente aggredito e screditato da uno più forte di lui o da un “gruppo” cade in una profonda crisi interiore che, inizialmente, si ripercuote negativamente sulla qualità dei rapporti con i propri familiari e i propri amici (tendenza ad estraniarsi, allontanamento dalle proprie passini, lunaticità, irritabilità, frustrazione, ecc.) e poi aumenta, nel caso di studenti, smettendo di parlare della scuola o di una determinata materia o attività scolastica, oppure che cercando ogni giorno di arrivare a scuola in ritardo o di saltare qualche lezione o, addirittura, inventandosi mille scuse per non andare proprio a scuola.

La “vittima” di queste gravi angherie cade in un “buco nero” da cui difficilmente riesce ad uscirne da sola. E non dobbiamo dimenticare che quello che si subisce da piccoli può segnare tutta la vita.

Per questo motivo, al fine di cercare di avanzare valide proposte risolutive dei problemi dei nostri cittadini, e in questo caso del nostro futuro, noi di Meritocrazia Italiana® intendiamo avanzare una proposta alle scuole di Cassino intitolata “fermiamo il bullismo a Cassino”.

In pratica consiste nell’attuazione di un progetto (circa un’ora a settimana), in collaborazione con i maestri delle palestre del territorio, che possa portare il giovane ad una crescita personale in termini di fisicità, mentalità e spiritualità.

Qui di seguito un esempio di proposta pervenuta da un’organizzazione, ma potranno essere coinvolte anche tutte le altre realtà sportive del territorio.

Meritocrazia Italiana®

 

N.B. Ai sensi della legge sul diritto d’autore (L. 22 aprile 1942 n. 633) si fa espresso divieto di riproduzione dei contenuti del presente articolo da parte di terzi.

× Come possiamo aiutarti?