Progetto di attrazione turistica denominato “Il turismo per la crescita dell’economia di Cassino” – Oro di Montecassino®

L’aspetto politico. Il Governo Italiano nel documento intitolato “TURISMO ITALIA 2020” indica chiaramente le linee guida (incentivare la creazione, l’aggregazione e il consolidamento delle strutture turistiche) che il nostro Paese dovrà adottare per rilanciare il settore in questione che negli ultimi dieci anni ha avuto la crescita maggiore a livello mondiale. A tal proposito è giusto ricordare che il contributo del turismo al prodotto interno lordo dell’Italia ammonta a oltre 130 miliardi di euro (circa il 9% della produzione nazionale) e le persone impegnate in questo settore sono circa 2,2 milioni (un lavoratore su dieci).
Per quanto ci riguarda il Comune di Cassino, seppur di tanto in tanto produce documenti volti alla valorizzazione turistica, non sembra stia attuando azioni volte al reale sviluppo turistico del cassinate.

L’aspetto demografico. Cassino è un comune di circa 35.000 abitanti con estensione territoriale di 83 kmq e densità abitativa di 407 unità per kmq. In questa città che conta 15.713 famiglie e ha una popolazione con età media di 42 anni hanno sede l’Abbazia di Montecassino, il Tribunale della Repubblica, l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, il museo Istoriale, l’Anfiteatro Romano e la Rocca Janula. Il più conosciuto tra questi è senza dubbio la celebre Abazia che è posizionata sull’estremità di Montecassino.
Nello specifico. Le statistiche che raccontano il flusso turistico che raggiunge annualmente la città di Cassino indicano che le quote maggiori di turisti provengono da Germania, Francia, Inghilterra, Austria, Cecoslovacchia, Nord America, nord Italia e Cina.

L’idea. La città di Cassino (Fr) in cui si intende inserire l’intervento denominato “il turismo per la crescita dell’economia di Cassino”, grazie alla presenza della conosciutissima Abazia di Montecassino, è attrattrice di circa un milione e centomila turisti ogni anno. L’attuazione del citato progetto intende offrire la soluzione al noto problema del mancato stazionamento dei visitatori in città. Infatti, oggi, i pullman effettuano esclusivamente il tragitto per recarsi a Montecassino dove ha sede il Monastero e poi proseguono verso altre mete.
In questo modo l’economia turistica della città resta a livelli bassissimi non potendo sfruttare le potenzialità offerte dall’enorme flusso di arrivi che, tra l’altro, si mantiene costante negli anni.
I destinatari di questa nostra proposta sono appunto i turisti (nazionali ed internazionali) che raggiungono la nostra area geografica grazie alle agenzie di viaggio e ai tour operator, oltre che i visitatori che si spostano autonomamente.
Quindi a nostro avviso il bisogno fondamentale per far crescere l’economia turistica cassinate viene individuato proprio nel far stazionare per un determinato periodo di tempo i visitatori nella nostra città.
Certamente la criticità maggiore è quella della mancanza di aree attrezzate che possano fungere come basi di “smistamento turistico”, cioè aree di accoglienza giornaliera durante nelle quali il turista possa essere messo a conoscenza delle opportunità che gli areali del cassinate, della Ciociaria e dell’alta terra di lavoro offrono. In pratica una sorta di pit stop del turismo durante il quale il visitatore arriva, si rilassa un po’, passa qualche ora in tranquillità in un “parco naturale” degustando prodotti tipici del posto e, tramite tutorial, viene simpaticamente informato della storia e delle enormi potenzialità del territorio. In seguito visita tutta la città.

Progettino dell’area attrezzata. L’infrastruttura consisterebbe in:

  • area accoglienza di circa 70 mq realizzata in materiali ecosostenibili arredata con zona front office e back office;
  • area breve permanenza di circa 150 mq realizzata in materiali ecosostenibili ed arredata con tavoli, sedie e monitor per la proiezione dei tutorial (l’audio in apposite cuffiette tramite le quali selezionare la lingua preferita) illustrativi delle potenzialità del territorio;
  • area esposizione prodotti tipici di circa 40 mq realizzata con materiali ecosostenibili;
  • Percorsi all’aperto in area verde tra panchine e giochi per bambini (utili al breve riposo dopo viaggio);
  • Personale multilingue su due turni (n.°4 unità per turno).

Il sito internet, tradotto nelle lingue più usate, dovrebbe essere strutturato in maniera di facile intuizione ed indicizzato nei motori di ricerca di tutta Europa, dotato di una newsletter e di un sistema di feedback. Inoltre dovrebbe contenere informazioni sulle singole proposte offerte per la visita dell’areale di nostro interesse. L’utente, specificando la tipologia di monumento o di zona da visitare, dovrebbe aver ben chiaro la tempistica, i costi ed i luoghi di pernottamento.

Tipologia dell’offerta. Noi di Meritocrazia Italiana, dopo esserci relazionati con esperti dirigenti del settore turismo del Ministero dei beni e delle attività culturali e della Regione Lazio, ci siamo fatti un’idea chiara sulla questione e possiamo affermare con certezza che un’offerta turistica vincente debba contenere i seguenti elementi: natura, sport, prodotti tipici e accoglienza calorosa. Allo stesso tempo deve essere costruita tenendo presente i seguenti punti cardine:

 

•    Buon nome;
•    Aree attrezzate di prima accoglienza;
•    Connubio con tipicità locale;
•    Vicinanza con l’agricoltura;
•    Opportunità per il turista di imparare (il turista le cose vuole sentirsele raccontare);
•    Racconto del territorio;
•    Visita dei camminamenti (non solo quelli religiosi);
•    Il turista deve sentirsi desiderato (importantissimo);
•    Vivacità del territorio;
•    Offerta di un “prodotto turistico” vario (non è importante da dove si parte) – molteplicità di “prodotti turistici”.

Nome prodotto turistico: Oro di Montecassino® (marchio già registrato in nostra disponibilità). La scelta è stata fatta perché la parola “Montecassino” individua chiaramente l’area geografica e la parola “Oro” la valorizza creando curiosità;
Aree attrezzate: è stata individuata un’area di proprietà pubblica che ha un buon connubio in termini verde e di vicinanza del centro di Cassino. Si trova in via Palombara e ha un’estensione di circa 11000 mq con parcheggio per pullman. Detta area è già in nostra disponibilità. Stiamo solo attendendo le autorizzazioni per realizzare una struttura di prima accoglienza in materiali ecosostenibili.
Connubio con tipicità locale: Abbiamo raggruppato in un’associazione tanti produttori agroalimentari del cassinate che sono disponibili a fornire le proprie eccellenze tipiche (il paniere delle produzioni dell’associazione che conta circa 200 prodotti del territorio è visibile sul portale www.orodimontecassino.it ).
Vicinanza con l’agricoltura: I soci dell’associazione sono disponibili a far visitare le aziende per mostrare le modalità impiegate per la coltivazione e la trasformazione delle proprie creazioni. In questo modo verranno messi in risalto anche gli usi e costumi agricoli di una volta.
Opportunità per il turista di imparare tramite il racconto del territorio: l’area attrezzata sarà opportunamente allestita con prodotti tecnologici di realtà aumentata e video tutorial che forniranno al visitatore tutte le spiegazioni inerenti il nostro territorio.
Visita dei camminamenti: il visitatore dovrà avere l’opportunità di visitare i camminamenti presenti sul nostro territorio: cavendish road, percorso vecchia Cassino, eccetera.
Il turista deve sentirsi desiderato: sarà studiato un servizio di accoglienza in grado di fare sentire il visitatore a proprio agio. Ragazzi e ragazze, sempre sorridenti, si renderanno disponibili ad assecondare i loro desideri. Inoltre verranno regalati dei piccoli pacchetti di prodotti tipici locali. In tal modo si raggiungerà l’obiettivo di sponsorizzazione delle nostre eccellenze (con aumento delle vendite per i nostri produttori) e quello di far sentire importante chi ci viene a visitare.
Vivacità del territorio: quest’azione, anch’essa molto importante servirà a non far annoiare i turisti. Infatti verranno organizzate piccole rappresentazioni goliardiche, magari rappresentative del nostro passato, che offriranno divertimento e simpatia.
Offerta di un “prodotto turistico” vario: le esperienze di atre grandi zone turistiche ci suggeriscono che più prodotti turistici ci sono, maggiore arrivi si verificano. Ne verranno quindi strutturati di diversi, variando il tempo di soggiorno, le tipologie di visite, le offerte culinarie, eccetera.

Proposta di offerta turistica. Dopo aver interpellato numerose agenzie di incoming ed alcuni tour operator abbiamo capito che la migliore offerta turistica per il nostro territorio da proporre deve avere una durata di 48 ore e non deve superare una determinata cifra (70,00 euro a persona). Qui di seguito uno scemino esemplificativo.

 

Guarda come verrà l’area in questione

{gallery}album/il-turismo-per{/gallery}

Per l’attuazione del precedente progetto è previsto un inserimento per n.° 9 unità lavorative! Ulteriori benefici di carattere economico saranno percepiti dalle attività commerciali di tutta la città.

Meritocrazia Italiana

 

N.B. Ai sensi della legge sul diritto d’autore (L. 22 aprile 1942 n. 633) si fa espresso divieto di riproduzione dei contenuti del presente articolo da parte di terzi.

 

 

× Come possiamo aiutarti?